« Non chiederti di cosa ha bisogno il mondo.

Chiediti cosa ti rende davvero vivo e vai a farlo. Perché ciò di cui il mondo ha bisogno sono persone che sono tornate a vivere.”

(Howard Thurman)

Chi siamo

Sono nata a Taranto 1979 e mi sono laureata in lettere e filosofia nel 2004 presso l’Università di Bologna.

Ho “sposato” il Terzo Settore sin dal 2002, quando ho cominciato ad occuparmi di partnership pubblico privato per il Comune di Bologna e collaborando con un’associazione di cultura medioevale, il M.A.E.S.
Fino al 2006 ho lavorato presso la società Goodwill e nella segreteria dell’Associazione Italiana fundraiser (ASSIF), per poi lanciarmi nei cinque anni successivi nella collaborazione con la società MBS alla quale devo la vera formazione sul fundraising e la comunicazione fundraising oriented. A seguire mi sono occupata dello start up dell’area raccolta fondi per l’Associazione Italiana Dislessia, settore, quello della dislessia, che ho poi seguito per i successivi dieci anni. Successivamente, è iniziata la mia esperienza nel mondo dei care leavers con l’associazione Agevolando: una collaborazione importante, nella quale l’associazione ed io siamo cresciuti di pari passo.

Dal 2012 lavoro in autonomia, svolgendo attività di coaching e mentoring per le organizzazioni non profit. Agendo come progettista, consulente, formatrice e comunicatrice, ho accompagnato decine di organizzazioni locali e nazionali nella strutturazione della loro operatività coniugando efficienza, efficacia e benessere organizzativo: perché la cifra del successo di un’organizzazione è il benessere e la soddisfazione di ciascuno dei suoi stakeholders, dal donatore, al volontario, al presidente, partendo dalle risorse interne.
Fundraising, progettazione sociale, comunicazione, processi di gestione a tutto tondo… sono solo alcuni degli aspetti sui quali oggi posso dare un contributo essenziale grazie ad un’esperienza ormai ventennale e ultimamente anche come Chief Happiness Officer grazie alla certificazione delle mie competenze in questo ambito innovativo e rivoluzionario.

Sono diventata Coach Professionista nel 2020 dopo oltre 20 anni all’interno di una grande realtà multinazionale come project manager. Credo fortemente che il desiderio di raggiungere un obiettivo e di migliorare la propria qualità della vita siano sfide in grado di portare le persone ad una crescita personale e ad una scoperta dei propri reali desideri, sia nella vita personale che professionale.

Questo percorso di scoperta sicuramente rende la quotidianità e la vita in generale, più autentica, piena e dunque felice. La mia esperienza professionale e la mia naturale propensione all’ottimismo e alle relazioni personali, contenute dentro la cornice del metodo del Coaching mi rendono una Coach molto motivata, concreta, piena di entusiasmo e profondamente convinta dell’assunto di Khalil Gibran: ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante.

Sono nato nel 1988 a Torino, dove ho frequentato il liceo classico, per poi specializzarmi in Sociologia e Politiche Sociali a Bologna. Dal 2013 mi occupo di portare innovazione nei processi lavorativi delle organizzazioni con cui collaboro, sostenendole nella ricerca di strumenti utili a ridurre o rendere più efficace il lavoro umano. Questo grazie a competenze informatiche di ampio raggio finalizzate soprattutto alla rimozione dei lavori ripetitivi.

Dopo diversi anni di lavoro in consulenza, durante i quali mi sono potuto specializzare in progettazione sociale e fundraising, copro oggi il ruolo di auditor presso una benefit corporation specializzata nella certificazione degli enti più virtuosi.

Sono nata a Cesena nel 1978 e nel 2003 mi sono laureata in Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo all’Università di Bologna, dopo aver conseguito nel 2002 il doploma presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Dal 2002 sono allieva del maestro Gianni Bortolotti, designer di fama internazionale e allievo a sua volta del designer A.G. Fronzoni, del quale ho adottato l’affascinante metodo di progettazione: per ottenere un segno grafico incisivo, originale e di impatto è necessaria una ricerca e analisi approfondita di ciò che si deve rappresentare perchè solo così si troverà il risultato finale e si giungerà alla sintesi formale di simboli unici e colori significativi.

Dal 2004 consuco il mio studio a Bologna come EP graphic designer, occupandomi di arte, interior design, fashion e vintage. Nel 2020 ho conseguito l’attestato del corso di formazione social media training di Luca La Mesa Academy.

« Non chiederti di cosa ha bisogno il mondo.

Chiediti cosa ti rende davvero vivo e vai a farlo. Perché ciò di cui il mondo ha bisogno sono persone che sono tornate a vivere.”

(Howard Thurman)

Chi siamo

Danila Giaffreda

Sono nata a Taranto 1979 e mi sono laureata in lettere e filosofia nel 2004 presso l’Università di Bologna.

Ho “sposato” il Terzo Settore sin dal 2002, quando ho cominciato ad occuparmi di partnership pubblico privato per il Comune di Bologna e collaborando con un’associazione di cultura medioevale, il M.A.E.S.
Fino al 2006 ho lavorato presso la società Goodwill e nella segreteria dell’Associazione Italiana fundraiser (ASSIF), per poi lanciarmi nei cinque anni successivi nella collaborazione con la società MBS alla quale devo la vera formazione sul fundraising e la comunicazione fundraising oriented. A seguire mi sono occupata dello start up dell’area raccolta fondi per l’Associazione Italiana Dislessia, settore, quello della dislessia, che ho poi seguito per i successivi dieci anni. Successivamente, è iniziata la mia esperienza nel mondo dei care leavers con l’associazione Agevolando: una collaborazione importante, nella quale l’associazione ed io siamo cresciuti di pari passo.

Dal 2012 lavoro in autonomia, svolgendo attività di coaching e mentoring per le organizzazioni non profit. Agendo come progettista, consulente, formatrice e comunicatrice, ho accompagnato decine di organizzazioni locali e nazionali nella strutturazione della loro operatività coniugando efficienza, efficacia e benessere organizzativo: perché la cifra del successo di un’organizzazione è il benessere e la soddisfazione di ciascuno dei suoi stakeholders, dal donatore, al volontario, al presidente, partendo dalle risorse interne.
Fundraising, progettazione sociale, comunicazione, processi di gestione a tutto tondo… sono solo alcuni degli aspetti sui quali oggi posso dare un contributo essenziale grazie ad un’esperienza ormai ventennale e ultimamente anche come Chief Happiness Officer grazie alla certificazione delle mie competenze in questo ambito innovativo e rivoluzionario.

Maria Carmela Marcoli

Sono diventata Coach Professionista nel 2020 dopo oltre 20 anni all’interno di una grande realtà multinazionale come project manager. Credo fortemente che il desiderio di raggiungere un obiettivo e di migliorare la propria qualità della vita siano sfide in grado di portare le persone ad una crescita personale e ad una scoperta dei propri reali desideri, sia nella vita personale che professionale.

Questo percorso di scoperta sicuramente rende la quotidianità e la vita in generale, più autentica, piena e dunque felice. La mia esperienza professionale e la mia naturale propensione all’ottimismo e alle relazioni personali, contenute dentro la cornice del metodo del Coaching mi rendono una Coach molto motivata, concreta, piena di entusiasmo e profondamente convinta dell’assunto di Khalil Gibran: ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante.

Sono nato nel 1988 a Torino, dove ho frequentato il liceo classico, per poi specializzarmi in Sociologia e Politiche Sociali a Bologna. Dal 2013 mi occupo di portare innovazione nei processi lavorativi delle organizzazioni con cui collaboro, sostenendole nella ricerca di strumenti utili a ridurre o rendere più efficace il lavoro umano. Questo grazie a competenze informatiche di ampio raggio finalizzate soprattutto alla rimozione dei lavori ripetitivi.

Dopo diversi anni di lavoro in consulenza, durante i quali mi sono potuto specializzare in progettazione sociale e fundraising, copro oggi il ruolo di auditor presso una benefit corporation specializzata nella certificazione degli enti più virtuosi.

Emanuela Pasini

Sono nata a Cesena nel 1978 e nel 2003 mi sono laureata in Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo all’Università di Bologna, dopo aver conseguito nel 2002 il doploma presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Dal 2002 sono allieva del maestro Gianni Bortolotti, designer di fama internazionale e allievo a sua volta del designer A.G. Fronzoni, del quale ho adottato l’affascinante metodo di progettazione: per ottenere un segno grafico incisivo, originale e di impatto è necessaria una ricerca e analisi approfondita di ciò che si deve rappresentare perchè solo così si troverà il risultato finale e si giungerà alla sintesi formale di simboli unici e colori significativi.

Dal 2004 consuco il mio studio a Bologna come EP graphic designer, occupandomi di arte, interior design, fashion e vintage. Nel 2020 ho conseguito l’attestato del corso di formazione social media training di Luca La Mesa Academy.